Sof’ja Tolstaja: Arriva in Italia Romanza senza parole

di -
0 549

Uscirà il prossimo 16 marzo, per la prima volta in Italia, Romanza senza parole (La Tartaruga / Baldini & Castoldi), la seconda opera narrativa di Sof’ja Tolstaja (1844 – 1919), scritta dopo il grande successo di Amore colpevole (Baldini & Castoldi, 2015) che le aveva permesso di uscire dall’ombra del suo illustre marito.

Copertina del volume Romanza senza parole (La Tartaruga, 2017)

Rimasta a lungo sepolta in un archivio di Mosca, Romanza senza parole è stata pubblicata per la prima volta in lingua tedesca nel 2010, in occasione del centenario della morte di Lev Tolstoj: fu la stessa Tolstaja a chiedere che uscisse postuma per evitare di inasprire la sua lunga crisi matrimoniale.

La storia intreccia la passione, il senso del dovere e il potere dirompente della musica nella vita di Sascha. Con la morte della madre, la giovane sprofonda in una grave depressione. Pyotr, l’insensibile marito, è interessato solo al suo giardino e non è in grado di confortarla e di rompere il muro di silenzio che ormai li divide. Sarà invece l’incontro con Ivan Iljitsch, pianista e musicista di talento, a sconvolgere la vita di Sascha: ascoltandolo suonare le Romanze senza parole di Mendelssohn, la giovane proverà infatti un’inattesa felicità, provocata non solo dalla musica, ma soprattutto dalla passione che la donna nutrirà per Ivan e che la segnerà tragicamente.

Attraverso Sascha, Sof’ja Tolstaja narra in realtà la propria storia: le crescenti incomprensioni con il marito, l’insensibilità da lui dimostrata di fronte alla tragica morte del loro figlio più piccolo che l’aveva portata alla disperazione e al rifiuto del mondo. E come Sascha, Sof’ja trova conforto nell’arte di un pianista e compositore. E la stessa musica della gelosia suona, come in un gioco di specchi, in quel grande romanzo che è La sonata a Kreutzer di Lev Tolstoj.

Sof’ja Tolstaja