Copertina del volume Il terzo figlio (Edizioni San Paolo, 2017)

Titolo: Il terzo figlio

Autore: Sergio Rossi

Tipologia: romanzo

Casa Editrice: Edizioni San Paolo

Collana: Narrativa San Paolo Ragazzi

Anno pubblicazione: 2017

Pagine: 216

Prezzo: € 14,50

Lettore tipo

Età: dai 14 anni in su

Maschio o femmina?: 50% maschio, 50% femmina

Trama/argomento

Sirso ha tredici anni e fisicamente cresce più in fretta di quanto lui possa rendersene conto. Il liceo, per uno del primo anno, non è un granché soprattutto se vivi all’ombra di due fratelli maggiori amati da tutti che hanno frequentato la stessa scuola, quegli stessi fratelli che si sono ormai trasferiti in un’altra città lasciandoti solo con i tuoi genitori e i loro problemi. Ma tutto può complicarsi quando Bea, l’amore non corrisposto delle medie, decide (senza chiedertelo) di iscriverti all’annuale spettacolo tra istituti superiori con un monologo su Marco Polo che conosci fin troppo bene. Costretto ad accettare, da quel momento Sirso inizia il periodo più caotico della sua vita: i ricordi riaffiorano, l’amicizia e l’amore cominciano a confondersi e i rapporti coi genitori cambiano.

Perché leggerlo?

Il terzo figlio è un romanzo per adolescenti che affronta i temi dell’innamoramento, dell’amicizia e del rapporto con i genitori, soprattutto con la figura paterna. L’autore con uno stile e un linguaggio fresco ha tracciato un quadro perfetto delle difficoltà affrontate durante una delle fasi più complicate della vita, uno stadio in cui si abbandonano tutte le certezze dell’infanzia per buttarsi nel buio e nella mutevolezza del rapporto con il proprio sé più intimo e con la sfera dei sentimenti.

Immagine tratta dal film I 400 colpi (1959) di François Truffaut

Con ironia il giovane protagonista affronta un percorso ad ostacoli in cui scopre che i suoi genitori perdono l’aura di perfezione immaginata durante l’infanzia, in cambio di un’umanità più reale; l’amicizia sfuma i suoi contorni verso l’amore e le prime pulsioni, elementi nuovi e mai sperimentati; la vita diventa un continuo doversi mettere alla prova dove la possibilità di fallimento è sempre in agguato.

Un romanzo che parla di imperfezioni ma che infonde speranza nelle continue possibilità che la vita ci offre. Piacevolissimo anche per gli adulti per ricordare quel periodo turbolento o per immedesimarsi nei propri ragazzi.